Perché è improbabile che Bitcoin subisca un altro calo del prezzo del 50% a marzo

Quest’anno si è innegabilmente rivelato l’anno di Bitcoin. Nonostante il pandemonio del coronavirus, nessuna classe di attività è servita come migliore copertura contro l’inflazione, un rifugio sicuro ideale rispetto al bitcoin. Inoltre, il fiore all’occhiello della crittovaluta è l’asset più performante in termini di rendimento dopo il rimbalzo dal crash indotto dal coronavirus di marzo.

Un analista sta osservando che è improbabile che il Bitcoin Revolution subisca un altro devastante rallentamento come quello visto a marzo, dove la criptocurrency si è tirata indietro di circa il 50% in un solo giorno. Questo perché l’Exchange Whale Ratio è rimasto notevolmente basso durante l’avanzamento parabolico del bitcoin, il che significa che i grandi investitori non sono interessati a trarre profitto dalle loro scorte di BTC.

Con le balene che non vendono le loro partecipazioni, lo slancio rialzista può essere abbastanza forte da spingere i prezzi del bitcoin più alti.

Non ci sarà un dumping di massa come quello di marzo di quest’anno: CryptoQuant CEO

Ki Young Ju, l’amministratore delegato dell’aggregatore di dati crittografici CryptoQuant, ha osservato che il bitcoin non vedrà mai più un altro evento di dumping di massa.

Ha spiegato che l’Exchange Whale Ratio di BTC è attualmente molto basso e che è incredibilmente rialzista. C’è meno pressione di vendita al bitcoin quando c’è solo una manciata di balene che depositano in borsa.

L’attuale mercato dei tori è molto diverso da quello del 2017

Sulla base degli indirizzi di bitcoin con un saldo di oltre 10 dollari, dei tassi di interesse aperti sui futures CME, delle opzioni bitcoin aprono l’interesse, dei prezzi spot della criptocurrency in diverse valute nazionali come la Lira Turca e la BTC detenuta da Grayscale, bitcoin sta infrangendo i record.

Tutte queste metriche vanno a dimostrare quanto il rally attuale differisca dal rally storico del 2017. Questa è l’opinione del co-fondatore di CoinMetrics, Nic Carter, che ha recentemente pubblicato un dettagliato Medium post.

Egli ha dichiarato:

„Per riassumere, il mercato di oggi è molto più maturo, più finanziario, più sorvegliato, più ordinato, più contenuto, meno riflessivo, più efficiente in termini di capitale e più liquido rispetto al mercato che ha alimentato la precedente corsa dei tori del 2017“.

Carter ha anche pubblicato diversi grafici che mostrano „chiari miglioramenti“ quando l’attuale contesto di mercato viene confrontato con il mercato dei tori del 2017.